Privacy Policy

Dopo più di 70 anni scopre chi porta i fiori sulla tomba del fratellino scomparso a 12 anni

Loading...

Loading...

Ha cercato per 70 anni e alla fine ci è riuscita. Anna Kear, vive a Chltenham in Inghilterra, e dal 1947 giornalmente fa visita alla tomba del fratello Karl Smith. E molto spesso lì trova dei fiori, che non ha messo lei. Si è sempre chiesta chi fosse a metterli, ma non era mai riuscita a trovare risposta

Il fratellino scomparve a soli 12 anni, annegando. Da quel tragico evento sono passati più di 70 anni, ma la sorella non lo ha mai dimenticato e porge sempre un pensiero verso di lui.

In più di mezzo secolo, Anna non è riuscita mai a scoprire chi fosse a mettere quei fiori. Anche alcuni abitati del paese dove vive l’hanno aiutata, ma ci sono voluti più di 70 anni per scoprire di chi fosse la mano che rivolgeva un pensiero al fratello scomparso.

A distanza di tutti questi anni da quel tragico evento, quella mano misteriosa si è palesata e finalmente Anna ha potuto conoscere quella persona.

Il nome di quest’uomo misterioso è Ronald Seymour-Westborough, ormai un signore 84enne, ma che ai tempi in cui scomparve Karl era solamente un ragazzino.

L’uomo conobbe Karl proprio al campo scout in cui perse la vita. E suo malgrado fu testimone dell’accaduto, era lì con altri ragazzi.

Lui e Karl erano diventati molto amici durante l’esperienza al campo, quel giorno erano andati insieme con altri ragazzi a fare un tuffo al fiume per divertirsi. Ma dopo dall’acqua uscirono tutti tranne il fratello di Anna.

Loading...

Ronald non ha mai dimenticato Karl, di cui conserva un carissimo ricordo. Per questo motivo per più di 70 anni è andato al cimitero a trovarlo.

Anna finalmente ha potuto conoscerlo e conoscere il motivo per cui andasse sempre lì.

E rimasta davvero felice che qualcun altro conservasse un bel ricordo di suo fratello, scomparso in giovanissima età.

fonte : https://www.positivevibration.guru/70-anni-fiori/?fbclid=IwAR16gJSlKS2WJzg6aGgBFAV0Lwdr7JSqTCEGV3viteHs6QiKHlflyjKCDrY

Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *