Privacy Policy Cookie Policy Un uomo anziano a corto di denaro alla cassa va a mettere via quanto ha comprato ma la cassiera dice "No...è tutto pagato" - Inedito

Un uomo anziano a corto di denaro alla cassa va a mettere via quanto ha comprato ma la cassiera dice “No…è tutto pagato”

Loading...

Loading...

Quando Layne McKeel di Georgetown, Tennessee era arrivato alla cassa per pagare 170 dollari di spesa in un locale chiamato Fresh N Low il mese scorso, aveva scoperto di non avere abbastanza soldi per pagare il conto. Proprio in quel momento, la cassiera diciassettenne Elizabeth Taylor era intervenuta per coprire la differenza.

istockphotos.com/Vesnaandjic

McKeel, un cittadino anziano che usufruisce della pensione di invalidità, aveva previsto di fare un po’ di scorta alimentare per il fine settimana, secondo quanto riporta l’emittente della NBC WRCB. Ma McKeel aveva sbagliato l’orario per fare la spesa durante il quale poteva ricevere uno sconto, così quando si era recato alla cassa, aveva scoperto che gli mancavano circa 30 dollari.

“Quando [la cassiera] mi ha detto che erano 173 dollari, ho detto ‘Oh no’ e ho tirato fuori il portafoglio e ne avevo solo 140”, ha riferito McKeel alla WRCB ad aprile. Quando aveva scoperto che non poteva permettersi il conto, l’uomo riferisce di aver detto: “Rimetterò a posto un po’ di roba, e la signorina ha esclamato: ‘No, non si preoccupi, è tutto pagato.’ Io avevo chiesto: ‘Cosa è pagato?'” E con sua grande sorpresa, la diciassettenne aveva aperto il suo portafoglio per pagare la differenza.

“Erano tutte cose essenziali, quindi io ero in imbarazzo e lui pure, mi aveva chiesto cosa mi doveva. E io gli ho detto: “No, va bene, ci penso io, va tutto bene”, ha riferito alla WRCB la gentile cassiera del Fresh N Low di Georgetown, Elizabeth Taylor.

La Taylor ha anche spiegato che la situazione di McKeel non era insolita, soprattutto alla luce dell’epidemia di Coronavirus, che colpisce in particolare gli anziani che sono a maggior rischio di contrarre il COVID-19. Inoltre, dato che interi settori della forza lavoro devono rimanere a casa per evitare l’infezione, il virus ha devastato le economie di tutto il mondo.

“Abbiamo visto un sacco di persone anziane e stanno tutti cercando di fare la spesa mentre molti posti sono rimasti a corto di prodotti essenziali, quindi gli anziani ne stanno pagando le conseguenze. Ho solo cercato di restituire quando potevo”, ha riferito la giovane nella sua intervista con la WRCB il mese scorso.

Durante questi tempi difficili, le agenzie di stampa hanno riportato simili atti di gentilezza che sono emersi in tutto il paese. A New York, proprietari come Mario Salerno, che ha rinunciato all’affitto di aprile per 200 dei suoi inquilini di Brooklyn, hanno cercato di dare ai loro affittuari un po’ di tregua.

“Per me era più importante la salute delle persone e preoccuparmi di chi poteva mettere il cibo sulla tavola di chi”, ha spiegato Salerno alla NBC New York. “Io dico: non preoccuparti di pagarmi, preoccupati del tuo vicino e preoccupati della tua famiglia.”

Loading...

Nonostante lo stress e la preoccupazione per la crisi causata dall’epidemia di Coronavirus, membri della comunità come Salerno e la Taylor si stanno facendo avanti per dimostrare al mondo che tutti noi dobbiamo continuare a prenderci cura l’uno dell’altro, soprattutto ora che molti si trovano nel momento del bisogno.

 

 

 

Come si sono comportati i membri della tua comunità in questo periodo? Faccelo sapere e condividi questa storia commovente con amici e familiari che potrebbero trarre beneficio da una piccola notizia positiva.

fonte https://www.apost.com/it/blog/un-uomo-anziano-a-corto-di-denaro-alla-cassa-va-a-mettere-via-quanto-ha-comprato-ma-la-cassiera-dice-noe-tutto-pagato/30170/?un_id=1589656018474&utm_source=fb&utm_medium=fb_1486787068273781_apost_it&utm_term=IT_it&utm_campaign=blog_30170&utm_content=839&fbclid=IwAR3Yz_BNbRtV2Qh6k2T3cam1052dEwR05zqONKDOwLvVI-FxALGOgvtT3K8

Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *