Privacy Policy Cookie Policy Omicidio Willy, Gabriele e Marco Bianchi “accolti” con gli sputi dai detenuti di Rebibbia - Inedito

Omicidio Willy, Gabriele e Marco Bianchi “accolti” con gli sputi dai detenuti di Rebibbia

Loading...
Loading...

Quando in seguito all’omicidio di Willy Gabriele e Marco Bianchi sono stati arrestati e condotti al carcere di Rebibbia, l’accoglienza non è stata delle migliori. A quanto pare l’eco mediatico ha raggiunto anche l’interno della casa circondariale, spingendo i detenuti a prendere le distanze da tanta violenza e brutalità ingiustificata. “Non vi vogliamo” hanno urlato al passaggio dei Bianchi, ricoprendoli di insulti e rivolgendo loro minacce e sputi.Una reazione che ha inevitabilmente turbato i due giovani, mettendoli nella condizione di chiedere aiuto ai propri legali. Proprio da questo episodio è nata l’esigenza di prolungare il loro isolamento anche dopo la fine delle indagini, per salvaguardare la propria incolumità e il loro diritto ad una giusta detenzione. L’avvocato ha quindi proposto che i due accusati restassero in isolamento anche quando le normative Covid-19 saranno abolite.Stefano Anastasia, garante dei detenuti del Lazio, ha concordato nel ritenere il rischio di ritorsioni da parte dei detenuti molto alto ed ha quindi rassicurato sia il legale, sia gli assistiti accettando la loro proposta.

Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *