Privacy Policy Cookie Policy I medici dicevano “La bambina sta bene, è solo gelosa del fratellino”. Miriam muore a 5 anni - Inedito

I medici dicevano “La bambina sta bene, è solo gelosa del fratellino”. Miriam muore a 5 anni

Loading...

Loading...

Miriam è morta a 5 anni, in seguito ad un attacco cardiaco, ma la mamma è convinta che ci sia altro tra le cause della sua morte. Non era la prima volta, infatti, che la piccola si sentiva male: era successo a febbraio, poi a marzo ed infine ad aprile. I medici erano convinti che stesse bene, che non mostrasse nessuna particolare o grave patologia e su questo erano stati molto chiari, tanto che di fronte alle ulteriori preoccupazioni della madre, l’avevano accusata di essere troppo fissata ed apprensiva.

Poi il 17 ottobre 2019 ha avuto luogo la tragedia: Miriam si trovava a scuola di danza quando ha avuto il malore. A niente è servita la corsa in ospedale perché per lei era ormai troppo tardi. Non lo sarebbe stato, forse, se i medici si fossero accorti prima che qualcosa non andava. E proprio questo Antonella Palladino vuole portare alla luce. Questo è quanto ha dichiarato nel suo appello per far emergere la verità: “

“Vorrei che questo messaggio arrivasse a quei dottori che, quando mia figlia è stata in ospedale, mi hanno detto che Miriam stava bene, che io ero fissata, apprensiva. L’hanno dimessa con diagnosi di sincope vasovagale, dicendo che la bambina era gelosa del fratellino. Mia figlia è svenuta 3 volte:il 28 febbraio, il 24 marzo e il 21 aprile. Per 12/13 minuti non si riprendeva. Chiesi: “E se mi figlia sviene un’altra volta?”. Mi dissero di non preoccuparmi, dissero che nel caso avrei dovuto alzarle le gambe e si sarebbe ripresa. E che se non si fosse ripresa sarei dovuta andare in ospedale. Feci notare che Miriam restava senza sensi per più di 10 minuti, chiedendo se questo avrebbe potuto causare danni al cervello. “Non vi preoccupate, non succede niente”, mi risposero. Ho bisogno di qualcuno che mi possa veramente aiutare a conoscere tutta la verità su mia figlia”.

Loading...
Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *