Privacy Policy Cookie Policy Bambino rinchiuso in una stanza buia per anni: morto 12 enne. Non veniva nutrito ne curato - Inedito

Bambino rinchiuso in una stanza buia per anni: morto 12 enne. Non veniva nutrito ne curato

Loading...
Loading...

Maxwell Schollenberger, residente ad Annaville in Pennsylvania, aveva solo 12 anni quando è stato trovato privo di vita dagli agenti di polizia, in quella che per lui era tutto il suo mondo: la sua camera. I genitori lo tenevano da sempre segregato in quella stanza spoglia, dotata di un letto come unico mobile e trovata dai poliziotti ricoperta di feci. A segnalare la vicenda è stato il vicino di casa, il quale ha cominciato a nutrire dei sospetti dopo uno strano racconto fatto dal padre della vittima.

L’uomo, Scott Schollenberger Jr, e la sua compagna Kimberly Maurer (35 anni) sono stati arrestati con l’accusa di omicidio. Come hanno rivelato i risultati dell’autopsia il piccolo pesava poco meno di 19 kg al momento del decesso, segnale del fatto che fosse denutrito. Inoltre sempre dall’esame autoptico è risultato che il bambino non fosse mai stato curato. Ovviamente Maxwell non ha mai messo piede neppure a scuola.

Un destino orribile, un’esistenza appena accennata di cui non erano a conoscenza neppure i suoi fratelli: solo uno infatti sapeva del 12enne ma il padre gli aveva dato ordine di ignorarlo. Infine Pier Hess Graf, procuratore distrettuale della contea, ha raccontato che Scott e Kimberly hanno dichiarato di aver chiuso la stanza di Maxwell con tre ganci di metallo.

Loading...
Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *