Privacy Policy Cookie Policy Ragazzo di 21 anni usa il suo primo stipendio per pagare l'intero mutuo dei suoi genitori - Inedito

Ragazzo di 21 anni usa il suo primo stipendio per pagare l’intero mutuo dei suoi genitori

Loading...
Loading...

Ricevere il primo, vero stipendio è una cosa magnifica! Finalmente si hanno dei soldi veramente propri, con cui si può comprare tutto ciò che si vuole.

Nuovi vestiti? Metterli da parte per la macchina? Pavin Smith ha deciso di compiere un gesto davvero altruista con la sua prima busta paga!

Nelle selezioni del campionato di baseball di quest’anno, Pavin Smith è stata la settima scelta in assoluto: è stato ingaggiato dagli Arizona Diamonbacks firmando un contratto che includeva un cospicuo bonus di 5 milioni di dollari! Con tutti quei soldi, Pavin avrebbe potuto comprarsi una casa fantastica, qualche macchina e avere ancora qualcosa da parte.

Tuttavia, Pavin ha pensato che poteva usare il suo ingaggio in un modo migliore: il giocatore ha deciso di saldare il mutuo dei genitori, a cui ha scritto una lettera commovente che spiegava loro che quello era il loro regalo di Natale e ha deciso di riprendere la loro reazione!

Tra le altre cose, Pavin ha scritto nella lettere “Grazie di avermi cresciuto in una casa magnifica piena d’amore! Grazie a tutti i sacrifici che avete fatto per me, voglio che la casa di famiglia sia veramente vostra!”

Pavin ha detto che, anche se sa che il suo è un regalo notevole, non può essere minimamente paragonato a ciò che i suoi genitori hanno fatto per lui. È davvero un figlio premuroso!

Natale è un momento per donare. I genitori di Pavin gli hanno donato una gioventù piena di amore e supporto e, in cambio lui ha fatto sì che la loro casa rimanesse loro per sempre! Chissà cosa regalerà loro il prossimo Natale.

Cosa ne pensi di questo atto di generosità? Faresti lo stesso per i tuoi genitori? Faccelo sapere e condividi questo articolo coi tuoi amici e familiari!

Loading...
Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *