Privacy Policy Cookie Policy Vaccino anti COVID di Pfizer efficace nel prevenire il 90% delle infezioni - Inedito

Vaccino anti COVID di Pfizer efficace nel prevenire il 90% delle infezioni

Loading...
Loading...

La casa farmaceutica Pfizer ha annunciato che il vaccino candidato contro il coronavirus SARS-CoV-2 che sta sperimentando è risultato efficace nel prevenire il 90 percento delle infezioni. Al momento la preparazione viene somministrata a migliaia di volontari coinvolti in un fondamentale studio clinico di Fase 3, che è ancora in corso.

Il vaccino candidato anti COVID “BNT162” sviluppato dalla casa farmaceutica Pfizer e dall’azienda di biotecnologie BioNTech è stato in grado di prevenire il 90 percento delle infezioni in uno studio clinico di Fase 3, che è ancora in corso. Ad annunciarlo il presidente del colosso farmaceutico statunitense Albert Bourla. BNT162 è una preparazione basata su una piattaforma di acidi nucleici (mRNA) che al momento viene somministrata a 30mila volontari di diversi Paesi, tra i quali Argentina, Brasile, Germania e Stati Uniti.

Benché si tratti di risultati in via di definizione e di uno studio in corso d’opera, una protezione del 90 percento – se confermata – porrebbe il vaccino candidato di Pfizer in una posizione eccellente, alla pari con i vaccini più efficaci disponibili sul mercato (come quello contro il morbillo pensato per i più piccolo). Va infatti tenuto presente che a lungo gli scienziati hanno dichiarato che avremmo potuto ottenere un vaccino anti COVID con un’efficacia del 60-70 percento; pertanto al momento si tratta di un risultato davvero eccezionale. “Sono stato nello sviluppo di vaccini per 35 anni. Ho visto delle cose davvero buone. Questo è straordinario”, ha dichiarato a STAT il dottor William Gruber, vicepresidente senior della sezione Ricerca e Sviluppo clinico di Pfizer. “Questi risultati fanno davvero ben sperare di essere in grado di gestire l’epidemia e di tirarci fuori da questa situazione”, ha aggiunto lo scienziato.

Nonostante l’annuncio del colosso farmaceutico americano, al momento non sono disponibili i dati relativi alla sperimentazione clinica di Fase 3, basata sulla revisione condotta da scienziati esterni all’azienda. È stato tuttavia confermato che BNT162 è ben tollerato e dunque non sono stati osservati effetti avversi gravi.

Loading...
Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *