Privacy Policy Cookie Policy La storia d'amore di un padre per suo figlio, il più potente nella storia dell'umanità - Inedito

La storia d’amore di un padre per suo figlio, il più potente nella storia dell’umanità

Loading...
Loading...

La storia d’amore di un padre per suo figlio, il più potente nella storia dell’umanità

Se mai ci fosse un premio per il miglior padre, allora l’americano Dick Hoyt era uno dei suoi principali contendenti. Nel 1962, gli Hoyt avevano un figlio, Rick. Purtroppo sin dalla nascita il ragazzo soffriva di paralisi cerebrale. Dick era stato con suo figlio dalla nascita e sperava che la sua salute migliorasse.

Grazie a suo padre, Rick ha imparato a leggere, è stato in grado di padroneggiare un computer. Al ragazzo piaceva molto guardare lo sport in TV. Nel 1977 chiese a suo padre se potevano partecipare parte alla maratona cittadina, organizzata in onore dello studente paralizzato.

Hoyt Sr., che non aveva mai corso prima, semplicemente non poteva rifiutare suo figlio e ha deciso di prendere parte alla gara. E lo ha fatto con suo figlio. Dick ha corso 8 chilometri, spingendo la sedia a rotelle con Rick davanti a lui. Quel giorno, il ragazzo brillava di felicità e questa era la ricompensa principale per un padre amorevole.
La vita degli Hoyt è cambiata radicalmente quel giorno. Hanno deciso di continuare la loro carriera sportiva. Ben presto, padre e figlio furono in grado di superare 10, 22,5 e 42 chilometri. Ma non si sono fermati nemmeno qui. Il team Hoyt ha iniziato a prendere parte al triathlon.

l padre ora non solo correva, ma nuotava anche, ma andava anche in bicicletta con suo figlio. Dick si legò con una corda, l’altra estremità della corda tirava la barca e Rick vi si sedeva. Quando andava in bicicletta, Rick si sedeva su una sedia speciale di fronte a suo padre.  
Nel 2014, Dick e Rick hanno concluso la loro carriera. A causa degli americani, mille e mezzo maratone e gare di triathlon. Gli Hoyt vengono inseriti nell’Ironman Hall of Fame e un monumento a loro viene eretto a Boston.  

Loading...

A proposito, Hoyt Jr. ha una laurea in educazione speciale. Era al Boston College, dove ha lavorato in un laboratorio informatico su progetti per dispositivi che consentono alle persone con disabilità di comunicare ed eseguire varie attività.  
“Se non mi fosse stato offerto di vivere la vita in modo diverso, avrei rifiutato senza esitazione. Non mi pento per un secondo di aver passato tutto questo tempo con mio figlio “, dice Dick Hoyt. Ha fatto di tutto per rendere felice suo figlio.  
Se questo articolo ti è piaciuto, lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

Please follow and like us:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *